Il Cadore

Un'oasi tra le Montagne

Protetto dalle Dolomiti Orientali, diviso fra il Veneto e il Trentino-Alto Adige, ad un passo dall’Austria, sorge il Cadore.

Il Cadore è una terra antica, con una sua storia, una sua tradizione culinaria ed anche una sua lingua (quella ladina). Gode di una posizione panoramica tale da renderlo uno dei più bei territori italiani.

Formato da 22 comuni, questo territorio è dotato di tantissime peculiarità che richiamano ogni anno migliaia e migliaia di turisti, sia nella stagione invernale che in quella estiva.

Cosa mangiare in Cadore

I piatti tipici del Cadore si rifanno ai territori con cui confinano, unendo le caratteristiche principali della cucina montana: semplicità e genuinità dei prodotti e delle materie prime.

I piatti più caratteristici del territorio sono la polenta, il gulasch, le costicine, lo stinco e le salsicce di maiale, il pastin, il formaggio fuso, i casunziei e naturalmente i canederli e gli gnocchi. Infine, tra i dolci, sono sicuramente da provare lo strudel, le frittelle di mele e i gelati artigianali.

Cosa vedere in Cadore

Il Cadore è ricco di attrazioni naturali, che aspettano solo di essere visitate e vissute. Tra le più importanti, ricordiamo: il Lago di Misurina, le Tre Cime di Lavaredo, i Cadini di Misurina, la Croda dei Toni, le suggestive Sorgenti del Piave, Sappada e Cima Sappada con le caratteristiche Cascatelle e l'Antelao.

Non solo attrazioni naturali: fra i vari comuni del Cadore è possibile visitare numerosi musei (come il Museo dell’Occhiale a Pieve di Cadore o il Museo Etnografico di San Vito di Cadore) e luoghi di interesse storico e artistico, come la casa natale di Tiziano Vecellio, situata a Pieve di Cadore.

Tra le cittadine, meritano senz'altro una visita San Vito di Cadore, Borca di Cadore ed infine la Perla delle Dolomiti: Cortina d'Ampezzo.

Attività sportive in Cadore

Nel periodo invernale il protagonista assoluto è ovviamente lo sci, che nelle Dolomiti unisce il divertimento a viste mozzafiato. Anche le escursioni con le ciaspe richiamano ogni anno migliaia di turisti ed appassionati. Non a caso, il Cadore è noto come “Regno delle Ciaspe”.

Col bel tempo, in primavera ed estate, è tempo di escursioni: a piedi, in bici o mountain bike, ce n’è davvero per tutti i gusti. Il Cadore offre decine e decine di percorsi da esplorare ed appagare tutti i sensi. Anche il canottaggio merita senz'altro una menzione: nel lago di Auronzo di Cadore, infatti, vengono svolte numerose gare internazionali.